Battiamo all’asta le (sagome di) donne per batter la violenza sulle donne

La giornata internazionale delle donne non si esaurisce con  la mezzanotte dell’8 marzo: stando ai dati Istat, il 31,5% delle donne tra i 16 e i 70 anni, quasi una su tre hanno subito nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale. Combattere la violenza sulle donne, quindi, spetta a chiunque abbia la possibilità di farlo. Da parte mia ho quindi accolto con piacere l’invito della galleria Ottobarradieici e di Raffaella Algani per l’asta benefica di stasera.

A me son toccate in sorte Frida Kalho e Raffaella Carrà, o meglio, le loro sagome: oggi, dalle ore 19, le batterò all’asta in occasione della serata «Una donna per le donne», in collaborazione con Aiuto Donna – Uscire dalla violenza Onlus, centro antiviolenza operativo dal ’99 , a cui andrà il ricavato delle sagome vendute.

Tra le altre celebrità che verranno vendute al miglior offerente, anche la Regina Elisabetta, Betty Boop, Marilyn Monroe e Miss Piggy.